DESCRIZIONE GENERALE

Cappa Biohazard a flusso laminare verticale Classe II - Tipo A / B3

La cappa è stata studiata per la protezione globale di operatore, prodotto e ambiente.
Le cabine Biohazard in classe II sono cappe con apertura frontale, richiamo d’aria dall’esterno verso l’interno, flusso d’aria sterile laminare verticale all’interno della cabina e filtro assoluto HEPA in espulsione.
 
CAMPI DI APPLICAZIONE
Colture cellulari di origine umana, animale e vegetale. Laboratori di microbiologia, virologia e ematologia. Controllo qualità nell’industria farmaceutica, cosmetica e alimentare. Manipolazione di DNA ricombinate
 
CARATTERISTICHE TECNICHE
Classe di lavoro: ISO 5 secondo norma UNI-EN-ISO 14644-1 (ex classe100 secondo Fed Std 209E). Efficienza filtro HEPA H14: 99,995% MPPS 
Velocità media LAF: > 0,40 m/sec (regolabile comunque all'operatore).
Velocità media barriera: > 0,40 m/sec
Potenza nominale 670 W (mod. 90 plus)
700 W (mod. 120 plus)
900 W (mod. 180 plus)
Portata aria espulsa: 300 m/h (mod. 90), 400 m/h (mod. 120)
600 m/h (mod. 180)
Lampade: led
Intensità luminosa area lavoro: > 800 lux
Rumorosità: < 60 dBA
Alimentazione elettrica: 230 V / 50 Hz
 
CONFORMITÀ E CERTIFICAZIONI
Cabine di sicurezza contro rischi biologici (BIOHAZARD), con zona di lavoro protetta da flusso laminare verticale in classe ISO 5,
versione da banco, classificate classe II tipo A (mod. Standard) e tipo A/B3 (mod. Plus) e quindi idonee alla manipolazione di patogeni a basso/medio rischio biologico. Costruite in conformità a:
 
  • 2006/42/CE Direttiva macchine/Directive on machinery/Directive relative aux machines
  • 2014/30/UE Direttiva compatibilità elettromagnetica/Electromagnetic Compatibility Directive/Directive sur la compatibilité électromagnétique
  • CEI EN 61010-1:2010 (Prescrizioni di sicurezza per apparecchi elettrici di misura, controllo e per utilizzo in laboratorio)
PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO:
l’aria decontaminata dal filtro assoluto scende verticalmente con flusso laminare in Classe ISO 5 sull’area di lavoro e ne attraversa il piano forellinato.
L’aria contaminata viene aspirata dal motoventilatore posto nella parte superiore della cabina e convogliata in un plenum: qui circa il 70% viene nuovamente inviato nella zona di lavoro con filtrazione assoluta mentre il restante 30% viene espulso all’esterno con l’ausilio del secondo motoventilatore, previa filtrazione assoluta. La massa d’aria aspirata e riciclata dal motoventilatore principale mantiene il canale di ripresa in pressione negativa. L’aria espulsa viene reintegrata con un’uguale quantità di aria ambiente aspirata attraverso l’apertura frontale, creando una barriera frontale d’isolamento nella zona d’accesso all’area di lavoro.
 
CARATTERISTICHE PRINCIPALI
Carpenteria esterna in lamiera sp. 12/10", verniciatura a polvere poliepossidica in colore grigio chiarissimo (RAL 7035). Camera di lavoro interna in acciaio inox AISI 304 finitura “Scotch Brite”. Vetro frontale temperato antisfondamento aprile a ribaltina, dotato di molle a gas per sistema anticaduta del vetro in apertura. Apertura altezza frontale in posizione lavoro: 200 mm.
Piano di lavoro forellato, in acciaio inox AISI 304 finitura “Scotch Brite”, composto da segmenti estraibili. Vasca di raccolta liquidi in acciaio inox sottostante il piano di lavoro.
Tastiera a membrana (soft touch) a protezione antistatica. Prese per DOP test sul flusso di mandata e sull’exhaust.
Regolazione automatica della velocità dell’aria di downflow. Regolazione automatica della velocità dell’aria di exhaust - barriera frontale - (solo mod. Plus). Scheda elettronica controllata da microprocessore, con display digitale tipo Lcd per visualizzazione in tempo reale di tutti i parametri di funzionamento (mod. plus)
Predisposizione mediante collare ∅ 250 mm per l’eventuale canalizzazione all’esterno dell’aria espulsa (opzionale) per la trasformazione da classe II tipo A a B3. Riavviamento automatico in caso di black out elettrico.

 

SCARICA LA SCHEDA COMPLETA QUI:

BIOACTIVA.pdf (2072147)